“Dite cheese”: ma abbiamo sempre sorriso davanti al fotografo?

“Dite cheese”: ma abbiamo sempre sorriso davanti al fotografo?

Sorridere quando si scatta una foto: un’abitudine che inizia nel 1900. Perché nelle vecchie foto appaiono solo persone serie? E chi ha inventato l’espressione “cheese”?

Dite cheese”! Questo è il comando che ci dicono per sorridere quando si scatta una foto. Si tratta di una semplice parola che, grazie alla sua pronuncia, ci spinge a chiudere i denti e a formare qualcosa di simile ad un sorriso sulle labbra.

Ma anche nelle vecchie foto si sorrideva?

Se ci avete fatto caso, in tutti i ritratti d’epoca i soggetti sono seri, mai sorridenti. Qual è il motivo? Sono state effettuate ipotesi tra le più disparate, ma si pensa che la vera motivazione sia dovuta al fatto che non si volesse sembrare ciò che non si era. Nel 17° secolo infatti “le uniche persone che si era abituati a vedere sorridenti, nella vita di tutti i giorni e nelle opere d’arte, erano i poveri, i maliziosi, gli ubriachi, gli innocenti e i burloni (o i comici)”.

Anche Mark Twain, nonostante fosse un grande scrittore umoristico dell’Ottocento, riteneva che sorridere in foto fosse una cosa debole, stupida, senza credibilità. Scriveva infatti: “Una fotografia è il documento più importante e non c’è nulla di peggiore che passare alla posterità che con uno sciocco e stupido sorriso fissato sulla faccia per l’eternità”.

Quindi le persone non volevano assolutamente apparire come ubriacone o stupide, soprattutto perché farsi fotografare era un’occasione rara e, soprattutto, costosa. Cosa si diceva invece dell’attuale «cheese»? La studiosa Christina Kotchemidova ha scoperto che ai tempi delle prime fotografie in studio in Gran Bretagna si diceva la parola “prunes”, ossia prugne, in modo tale che le labbra fossero serrate.

Quando sono arrivate le prime fotografie con il sorriso?

Nel 1900 le cose sono cambiate: con il fondatore della Kodak vennero infatti introdotte fotocamere low cost e diffuse pubblicità di persone sorridenti. Inizia l’era nella quale si fotografavano tutti gli stati d’animo, sorriso compreso.

L’espressione “cheese” quando è nata?

Sembra che il primo ad inventare l’espressione «cheese» per sorridere davanti al fotografo sia stato il presidente americano Franklin Delano Roosevelt (1882-1945) durante la Seconda guerra mondiale. L’episodio non è mai stato confermato, ma sappiamo che fu uno dei primi politici in assoluto ad affidarsi a consulenti di immagine.

Cosa succederà nel futuro? Ci sarà un nuovo stato d’animo protagonista delle nostre foto?

Fonte:

https://www.focus.it/cultura/curiosita/quando-abbiamo-iniziato-a-dire-cheese-davanti-al-fotografo