Kiwi: ruolo importante nella prevenzione della parodontite

Kiwi: ruolo importante nella prevenzione della parodontite

Il kiwi è frutto ricco di proprietà nutritive. Ecco tutti i benefici per la nostra salute, denti compresi.

Il kiwi e le sue proprietà

Si tratta di un frutto pieno di nutrienti come la vitamina C, la K, la E, il folato e il potassio. Contiene inoltre molti antiossidanti ed è una buona fonte di fibre.

Un aiuto contro la parodontite!

Da uno studio condotto dai ricercatori italiani guidato da Filippo Graziani, docente del dipartimento di Patologia chirurgica, medica, molecolare e dell’area critica e del centro di ricerca “Nutraceutica e alimentazione per la salute” dell’ateneo pisano, è emerso che per prevenire la malattia parodontale è necessario l’assunzione di due kiwi al giorno.

Cos’è la parodontite?

La parodontite, o piorrea, è una malattia infiammatoria di origine batterica che, se non curata, può portare alla distruzione dei tessuti che assicurano sostegno e stabilità ai denti.

Il parodonto rappresenta l’apparato di sostegno del dente, ossia gengive, fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale), cemento radicolare e dell’osso alveolare di sostegno. La parodontite può interessare tutto l’apparato parodontale causando una progressiva perdita dei tessuti di sostegno e una conseguente perdita dei denti.

Per approfondire leggi qui » Parodontite: cos’è, sintomi e rimedi

Le conclusioni

“Avere l’abitudine di assumere due kiwi quotidianamente ha infatti determinato una riduzione significativa del sanguinamento gengivale rispetto ai pazienti che non assumevano i kiwi continuando così le loro abitudini alimentari consuete. L’assunzione di kiwi aiuta a ridurre l’infiammazione e il distacco di gengive e denti, ma i trattamenti di decontaminazione sono comunque necessari per contrastare l’avanzamento della malattia”. 

Kiwi: altri benefici per la salute

Migliora la digestione

Il kiwi è ottimo per la digestione grazie al suo contenuto di fibre . Contiene anche un composto vegetale chiamato actinidina che può aiutare a rompere le proteine. Uno studio ha infatti recentemente scoperto che l’estratto di kiwi contenente actinidina ha notevolmente migliorato la digestione della maggior parte delle proteine.

Contro la stitichezza

Avere l’intestino pigro è uno dei più fastidiosi disturbi che rallenta pesantemente l’attività intestinale. Da una recente indagine effettuata tra gli esperti della Siucp (Società italiana unitaria colonproctologia) è emerso che avere l’intestino pigro colpisce oltre quattro milioni di italiani, con una prevalenza netta di donne.

Diversi studi indicano che il consumo di kiwi può aiutare contro la stipsi grazie al naturale effetto lassativo che questo frutto causa.

Può aiutare contro l’asma

Si pensa che l’elevata quantità di vitamina C e antiossidanti contenuta dai kiwi possa effettivamente aiutare a trattare le persone con asma. Uno studio ha rilevato un effetto benefico sulla funzione polmonare tra coloro che consumavano regolarmente frutta fresca, inclusi i kiwi. La frutta fresca come il kiwi può inoltre ridurre il respiro sibilante nei bambini sensibili.

Rafforza il sistema immunitario

La vitamina C, di cui il kiwi è ricco, è un nutriente essenziale quando si tratta di rafforzare il sistema immunitario proteggendo dalle infezioni. Uno studio ha anche scoperto che tale frutto può supportare la funzione immunitaria e ridurre la probabilità di sviluppare malattie come il raffreddore o l’influenza. Questo è particolarmente vero nei gruppi a rischio come gli adulti di età superiore a 65 anni e i bambini piccoli.

Riduce il rischio di altre condizioni di salute

Lo stress ossidativo può causare danni al nostro DNA portando a problemi di salute. In parte grazie ai suoi antiossidanti, ci sono alcune prove che il consumo regolare di kiwi riduce la probabilità di stress ossidativo. Questa azione protegge il DNA dal danno ossidativo, fortemente legato al rischio di sviluppare patologie infiammatorie e tumorali, tra cui il cancro del colon.

Aiuta la gestione della pressione sanguigna

I kiwi possono aiutarci anche a gestire la pressione del sangue. Uno studio del 2014  ha dimostrato infatti che le sostanze in tre kiwi al giorno possono abbassare la pressione sanguigna più di una mela al giorno. A lungo termine questo può anche significare un rischio ridotto per condizioni che possono essere causate da alta pressione sanguigna, come ictus o attacchi di cuore.

Riduce la coagulazione del sangue

Tale frutto può ridurre la coagulazione del sangue, come conferma anche uno studio dell’Università di Oslo che ha dimostrato che mangiare da due a tre kiwi al giorno riduce in modo significativo il rischio di coagulazione del sangue.

Protegge la vista

La degenerazione maculare è la principale causa di perdita della vista, ed i kiwi potrebbero aiutare a proteggere i tuoi occhi da tale problema. Uno studio ha scoperto che mangiando tre porzioni di frutta al giorno, la degenerazione maculare è diminuita del 36%: si ritiene che gli alti livelli di zeaxantina e luteina dei kiwi contribuiscono a questo effetto.

 

Fonte:

THE EFFECT OF TWICE DAILY KIWIFRUIT CONSUMPTION ON PERIODONTAL AND SYSTEMIC CONDITIONS BEFORE AND AFTER TREATMENT: A RANDOMIZED CLINICAL TRIAL