Chi ha paura del dentista?

Chi ha paura del dentista?

La paura del dentista ha a che fare con ragioni psicologiche legate alla nostra infanzia e al nostro e rapporto coi genitori.

Fidarsi…

La decisione di riporre la propria fiducia in qualcuno ha a che fare con un meccanismo razionale. Tutti noi ci fidiamo di un amico, di un parente o del nostro dentista solamente se abbiamo buone motivazioni razionali per farlo.

Nel caso specifico dello studio dentistico ad esempio, valutiamo la preparazione dell’equipe medica, il livello di igiene dell’ambiente, l’efficienza dei macchinari utilizzati e così via.

Tuttavia, spesso, è nel nostro lato irrazionale che ha origine la paura.

…o affidarsi?

Con il termine “affidarsi” si intende il ricondurre, a livello inconscio, un’esperienza reale ad un’altra metaforica.

E nel nostro caso l’esperienza reale è il rapporto che abbiamo avuto con i nostri genitori durante l’infanzia.

Se la tua relazione con le due figure più importanti della tua vita è stata serena e soddisfacente, probabilmente non avrai difficoltà ad affidarti a figure che dal punto di vista simbolico hanno una valenza genitoriale.

Tali figure, oltre ai dentisti e ai medici in generale, sono ad esempio i politici, gli avvocati e gli insegnanti.

Una paura da grandi

A differenza di quanto si potrebbe pensare, la paura del dentista è maggiormente diffusa tra gli adulti.

Nella mente dei bambini infatti non si è ancora radicalizzato il rapporto con i genitori (che è ancora in costruzione) e dunque è molto difficile che si vengano a creare relazioni di transfert tra quelli e le figure con valenza genitoriale.

I capricci che i bambini fanno dal dentista infatti sono riconducibili al fatto che stiano vivendo una nuova esperienza, e non ad una paura vera e propria.

Se vuoi saperne di più sulla paura dei bambini leggi qui: Come eliminare la paura del dentista del tuo bambino?