La sindrome da decubito mandibolare: attento a come dormi!

La sindrome da decubito mandibolare: attento a come dormi!

Dormire in una posizione scorretta può portare dopo anni di traumi una serie di disturbi dentali e a livello di salute in generale.

La posizione prona, a pancia in giù, quando si dorme è estremamente sbagliata e deleteria per la salute dentale e generale. Il peso del corpo grava sulla mandibola, che si sbilancia e si sforza lateralmente; viene esercitato un carico statico che ostacola la circolazione sanguigna e traumatizza i denti, le gengive, le articolazioni della mascella e i muscoli masticatori.

Da lì i problemi passano alla postura della testa che si sbilancia e quindi a tutto il corpo.

L’insieme dei disturbi causati dalla posizione scorretta durante il sonno viene chiamato Sindrome da Decubito Mandibolare.

I sintomi

Dopo ore, mesi, e anni di traumi ecco i sintomi della sindrome da decubito mandibolare:

  • Difficoltà a stare a bocca aperta a lungo;
  • Denti inclinati in avanti, deteriorati, mobili, ipersensibili con colletti scoperti;
  • Infiammazioni gengivali, tasche parodontali e piorrea;
  • Rumori, difficoltà e dolori ad aprire e chiudere la bocca;
  • Dolore e tensione dei muscoli della faccia, soprattutto di mattina al risveglio;
  • Dolore e difficoltà a ingoiare, muovere la lingua, perfino a parlare;
  • Cefalea, fastidiose tensioni e dolori oculari;
  • Frequenti morsi accidentali della lingua e delle labbra;
  • Dolori a tempie, orecchio, collo, schiena, lombi, gambe, anomalie posturali;
  • Sensazione di instabilità, vertigini, ronzii, ansia e nevrosi;
  • Acne e foruncoli deturpanti e recidivanti della faccia.

Le posizioni giuste e salutari per dormire

Per guarire dalla sindrome da decubito mandibolare basta iniziare a dormire nella posizione corretta, la più consigliata è la posizione supina oppure di lato, senza appoggiare la mandibola, che deve essere libera di muoversi.

In queste posizioni tutte le componenti dell’apparato masticatorio (muscoli, denti, articolazioni) sono a riposo, il peso del corpo si scarica sul dorso e sulla regione posteriore delle spalle, che devono essere sempre in posizione anteriore rispetto alla mandibola, diventando i suoi paracolpi.

In questa posizione la mandibola soggetta alla sola azione dei propri muscoli (durante la deglutizione spontanea) si riposiziona e ritrova il giusto bilanciamento.

La posizione supina è prevenzione e terapia a costo zero, riduce le patologie dei denti e della bocca a meno della metà, favorisce riposo, rilassamento e salute psicofisica.

 

Fonte:

www.galiffa.it