Mal di denti e di testa: ecco perché causano più sofferenza rispetto agli altri dolori

Mal di denti e di testa: ecco perché causano più sofferenza rispetto agli altri dolori

Il bite è uno strumento efficace per combattere l’affaticamento dei muscoli del viso. Spesso queste tensioni possono essere causa di cefalee e dolori cervicali. Ma ti sei mai chiesto come mai i dolori al volto sono più fastidiosi degli altri?

Per bruxismo si intende l’atto di digrignare, serrare e strofinare i denti. Nonostante le conseguenze del bruxismo siano numerose sia a livello dentale sia di salute in generale, spesso accade che chi soffre di questo disturbo ne è inconsapevole oppure lo sottovaluta. Tra le principali conseguenze collegate al dolore al viso troviamo:

  • Affaticamento della muscolatura masticatoria, che, non avendo la possibilità di riposare nemmeno di notte, diventa dolente.
  • Rumori e dolori alle articolazioni temporo-mandibolari con progressiva alterazione delle superfici articolari.
  • Mal di testa.

Essendo il fenomeno di bruxismo legato a una molteplicità di cause è difficile pensare ad una terapia che possa curarlo in maniera definitiva. Nonostante ciò, come la scienza dimostra che i dolori alla testa sono più forti, sempre la scienza ha creato un valido strumento per proteggere i denti e, di conseguenza, risolvere i dolori ad essi collegati: si tratta del bite.

Mal di testa e mal di denti fanno più male rispetto agli altri: la scienza spiega perché

È il momento di rispondere ad un interessante quesito che probabilmente ognuno di noi si è posto almeno una volta nella vita, e cioè: come mai sentiamo con più dolore il mal di denti e della testa o, più in generale, tutti i dolori del volto rispetto a quello delle altre parti del corpo?

Lo studio effettuato dagli scienziati della Duke University e pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience ha dato una risposta.

Lo studio ed i risultati

Dallo studio è stato infatti scoperto, attraverso il supporto della risonanza magnetica funzionale, che il dolore alla testa ed al viso sembrano attivare in maniera estesa il sistema nervoso, coinvolgendo anche l’amigdala, regione del cervello coinvolta in esperienze emotive.

È stato possibile arrivare a tale risultato attraverso il monitoraggio dell’attività cerebrale nei topi, come anche afferma Wang, autore dello studio.

Le considerazioni

“Si tratta della prima spiegazione biologia del perché questo tipo di dolore possa essere molto più fastidioso degli altri” conclude Wolfgang Liedtke, professore di neurologia presso il Duke University Medical Center e coautore del lavoro di Wang, che sta anche curando pazienti con mal di testa e faccia. I risultati potranno aprire la strada verso lo sviluppo di terapie più efficaci che andranno a beneficio delle persone.

Bite: cos’è e quali sono le sue tipologie

È importante ora spiegare l’importanza del bite per la nostra salute. Si tratta di un apparecchio per bruxismo che, posta fra le due arcate dentali, protegge lo smalto dei denti e favorisce un riallineamento mandibolare, riducendo al contempo gli effetti del bruxismo.

Si possono classificare in due gruppi:

  • Bite automodellante: adattabile alla dentatura di ciascun individuo.
  • Bite personalizzato: realizzato su misura dal dentista.

Questi strumenti sono disponibili in farmacia o dal dentista.

Fonti:

https://today.duke.edu/2017/11/why-head-and-face-pain-causes-more-suffering

https://www.nature.com/articles/s41593-017-0012-1