Ipomineralizzazione dei denti nei bambini: cos’è e da cosa può essere causata

Ipomineralizzazione dei denti nei bambini: cos’è e da cosa può essere causata

Tra le principali problematiche dello smalto dentario nei bambini c’è l’ipomineralizzazione molare-incisivo (MIH). Quali sono le cause e cosa si può fare?

L’ipomineralizzazione molare-incisivo può colpire da uno a tutti e quattro i molari permanenti, i denti si presentano con macchie di colore dal bianco al giallo a causa della loro scarsa mineralizzazione. 

Sono diverse le cause che possono sommarsi per poi dare origine a tela quadro: fattori genetici, malattie durante l’ultimo trimestre di gravidanza, nascita pretermine o complicazioni durante il parto. 

A queste cause si aggiungono poi potenziali fattori di rischio che insorgono durante i primi quattro anni di vita come cattiva alimentazione, assunzione di antibiotici come l’amoxicillina in tenera età e bassi livelli ematici di vitamina D. 

I biberon con Bisfenolo

Oltre a queste cause tempo fa un gruppo di ricercatori tedeschi aveva aggiunto l’assorbimento di bisfenolo (BPA) a seguito dell’utilizzo di biberon di cattiva qualità.

Il bisfenolo è infatti una sostanza utilizzata nella produzione di plastiche e se tali plastiche sono di cattiva qualità ci può essere un’eccessiva perdita di tale molecole nelle soluzioni acquose con cui viene a contatto (dalla saliva all’acqua contenuta nelle bottiglie).

Proprio per queste ragioni l’utilizzo del bisfenolo è vietato dal 2011, restano tuttavia le raccomandazioni di non utilizzare biberon di cattiva qualità.

Sebbene infatti ci siano ricerche contrastanti circa l’associazione tra BPA e rischio di ipomineralizzazione, è sempre importante assicurarsi che gli oggetti con cui i bambini sono a contatti più di frequente, come il biberon, siano di buona qualità.

Fonti:

https://www.bfr.bund.de/cm/349/no-health-risk-for-consumers-from-bisphenol-a-exposure-the-bfr-endorses-the-conclusion-of-the-new-efsa-assessment.pdf