Novità dal mondo odontoiatrico: ideato un nuovo materiale anticarie

Novità dal mondo odontoiatrico: ideato un nuovo materiale anticarie

È stato sviluppato un nuovo materiale antibatterico con proprietà anticarie che potrebbe risolvere il problema delle carie ricorrenti, in particolar modo di quelle recidive dei bambini e dei soggetti suscettibili alla malattia.

Ecco ciò che è emerso da un recente studio effettuato dai ricercatori della University of Toronto Faculty of Applied Science & Engineering e pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Secondo i ricercatori tale componente è un antibatterico di lunga durata rispetto a quelli già esistenti: è costituito da nanoparticelle che si autoassemblano in modo tale da conservare la propria azione antibatterica per diversi anni.

Il paradigma odontoiatrico si sta modificando

L’odontoiatra pediatrica Claudia Caprioglio spiega che ormai tutta la ricerca è rivolta verso la prevenzione, compreso il paradigma odontoiatrico. Oltre alla corretta alimentazione, igiene accurata, abitudini e stili di vita, attraverso l’introduzione di nuove tecnologie si ha infatti l’obiettivo di trovare nuove strade che consentano di aiutare le componenti organiche e inorganiche dentarie a sviluppare una maggior azione di protezione verso gli agenti esterni.

Al primo posto? Personalizzazione della terapia!

La Dottoressa continua affermando l’importanza sottoporre i pazienti a test salivare per indagare la propensione a sviluppare le carie. Si tratta di un altro modo per individualizzare la terapia.

L’odontoiatra pediatrico deve essere infine un formatore: deve educare il piccolo paziente ad avere un approccio diretto nei confronti della salute dentale sia attraverso l’insegnamento di comportamenti corretti sia grazie a nuovi strumenti tecnologici.

Leggi qui la guida all’igiene dei bambini » https://ilbruxismo.it/bambini-e-sorriso/guida-igiene-orale-dei-bambini/

Fonte:

http://www.ildentistamoderno.com/materiale-antibatterico-per-otturazioni/