Avocado: frutto amico dei denti e non solo

Avocado: frutto amico dei denti e non solo

L’avocado è un frutto ricco di vitamine e di grassi “buoni”. Ecco tutti i benefici per i nostri denti e per la nostra salute.

La parola avocado deriva da “ahuacatlan” nella lingua nativa parlata dagli Aztechi che significa “testicolo”. Si tratta di un frutto ricco di antiossidanti, soprattutto vitamina A ed E, potassio, e fornisce grassi buoni. Ma quali sono i suoi benefici per la nostra salute?

Frutto amico del sorriso

L’avocado contiene vitamina D, che lo rende un ottimo amico per la salute delle articolazioni, delle ossa e dei denti.

Purtroppo la carenza di vitamina D affligge oltre 1 miliardo di persone al mondo.  È una delle condizioni sanitarie più comuni al mondo, con importanti conseguenze per la salute. Inoltre la carenza di questa vitamina porta a maggiori difetti di mineralizzazione dei denti (detta anche dentina interglobulare).

Se vuoi approfondire il legame tra la carenza di vitamina D e dentina interglobulare leggi la ricerca dell’Università di McMaster dell’Ontario qui » “I denti e la carenza di vitamina D”. 

Altri benefici

Mangiare avocado ogni giorno aiuta a perdere peso

I ricercatori hanno anche dimostrato che le persone che mangiano più avocado pesano meno e hanno un girovita più piccolo rispetto a chi non lo mangia, anche quando non consumano meno calorie in generale.

Un aiuto in più per il cuore

L’avocado è un esempio di cibo contenente grassi “buoni”, cioè insaturi.

Come sostenuto dai ricercatori della Pennsylvania State University, sostituire l’assunzione di grassi “cattivi” con quelli “buoni”, come l’avocado, giova al cuore e al sistema cardiovascolare, impattando positivamente sul colesterolo totale e sui livelli di colesterolo cattivo (anche chiamato LDL). L’effetto poi sarebbe ancora più massiccio in coloro che sono sovrappeso o soffrono di obesità.

Migliora le prestazioni del cervello

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista Neuroimage ed effettuato dai ricercatori dell’Università dell’Illinois di Urbana-Champaign è stata osservato un’associazione tra i livelli più elevati di MUFA (MonoUnsaturated Fatty Acids = acidi grassi monoinsaturi) e la maggiore intelligenza generale.

I risultati suggeriscono quindi che un aumento dell’assunzione di tali grassi, contenuti, come precedentemente affermato, anche nell’avocado, potrebbe essere un modo per aumentare l’intelligenza.

Fonti:

https://www.medicalnewstoday.com/articles/319350.php

http://jaha.ahajournals.org/content/4/1/e001355

http://www.health.com/heart-disease/avocado-metabolic-syndrome-heart-disease-diabetes?xid=fox