La prevenzione delle carie passa anche da una corretta alimentazione

0
1.350 views
La prevenzione delle carie passa anche da una corretta alimentazione

Anche quando si parla di salute orale la nostra migliore alleata è una corretta alimentazione, esistono infatti numerosi cibi che hanno un ruolo fondamentale nella protezione dei denti e nella prevenzione della carie.

La salute dei denti, oltre che da una buona igiene orale, dipende anche da ciò che mangiamo. Una cattiva alimentazione, soprattutto se ricca di zuccheri e amido è la principale causa di carie, di cui soffre un italiano su 2.
Per conoscere i cibi “alleati” contro le carie e quelli dannosi, la Società italiana di ortodonzia ha creata una Piramide odonto-alimentare in cui sono stati raggruppati gli alimenti cariogeni (favoriscono l’insorgere delle carie), anticariogeni (proteggono i denti dai batteri e dall’acidità, impedendo la formazione delle carie) e cariostatici (non hanno effetto diretto sulle carie).

Cibi anti-carie: gli anticariogeni

Questi tipi di alimenti possono essere consumati liberamente, preferibilmente a conclusione di un pasto o come spuntini fuori casa; hanno contenuto di zucchero nullo o estremamente basso e contengono minerali preziosi per lo smalto come calcio e fluoro.
Abbinati a cibi cariogeni ne riducono gli effetti dannosi. Ecco un elenco:

Cibi di consistenza elevata, da masticare e fibrosi: come le carote e le mele, le quali stimolano una maggiore secrezione di saliva che, automaticamente, abbassa il complessivo tasso di acidità in bocca.

I latticini: in particolare i formaggi stagionati, consumati verso la fine del pasto che riducono l’acidità e bloccano l’amido e gli zuccheri; lo yogurt (senza zuccheri aggiunti) come spuntino e il latte.

Frutta fresca non acida: fragole, kiwi, melograno, mirtilli e frutti di bosco

Frutta secca: noci, nocciole, noccioline e arachidi: diminuiscono la formazione della placca, precursore delle carie.

Verdure fibrose crude: specialmente il sedano può proteggere i denti in molti modi

Acqua: bere acqua dopo i pasti è ottima pratica di igiene orale, essa contribuisce a garantire all’organismo le giuste dosi di calcio e di fluoro, ideali per prevenire le carie dentali. In particolare si consiglia di bere acque con contenuto di fluoro superiore a 1,5 mg/l.

Cibi neutri: cariostatici

Sono alimenti che non hanno azione diretta sulle carie e si possono mangiare liberamente. Sono: uova, carne, pesce, la maggior parte delle verdure, olio.

I cibi nemici dei denti: cariogeni

Questi cibi che, se ingeriti comportano un alto rischio di carie sono da consumarsi in associazione a cibi anticariogeni protettivi e sono da evitare come spuntini o a fine pasto.
Sono principalmente i cibi acidi, compresi agrumi, bevande dolci e gassate, e gli zuccheri, semplici o contenuti in alimenti o bevande.
Sono: caramello, cioccolata, marmellata, caramelle gommose, lecca-lecca, torrone, cereali raffinati, frutta secca candita.

Anche se dannosi, questi alimenti, non sono da escludere dalla dieta in quanto contengono nutrienti preziosi per l’organismo.
Gli alimenti zuccherini possono essere consumati con una certa libertà se seguiti da un’adeguata pulizia orale; secondo recenti studi, infatti, sembra che sia più importante il tempo di permanenza del cibo all’interno della bocca, rispetto alla quantità di zucchero contenuta. Motivo per il quale gli alimenti “appiccicosi”, che tendono ad attaccarsi ai denti sono i più pericolosi.