Quanto è importante l’alimentazione per i nostri denti?

Quanto è importante l’alimentazione per i nostri denti?

Esiste uno stretto legame tra alimentazione e salute dei denti, infatti mangiare in modo scorretto, favorisce significativamente la produzione degli acidi della placca, che vanno poi ad attaccare lo smalto, provocandone l‘erosione e causando l’insorgenza di carie.

Inoltre, una scorretta alimentazione, espone a patologie gengivali di diversa gravità, che possono arrivare fino alla perdita dei denti (come nel caso della piorrea).

Oltre alla corretta igiene orale, è necessario quindi, privilegiare il consumo di cibi “amici” del sorriso.

Alimenti amici del sorriso

  • gli alimenti con proprietà antibatteriche (come la cipolla cruda o l’aglio crudo);
  • il latte e i formaggi, le mandorle, i broccoli, le noci del Brasile, il cavolo cinese e i fagioli secchi (ricchi in calcio, minerale che costituisce il dente e ne rinforza lo smalto);
  • lo yogurt, oltre ad apportare calcio, grazie ai fermenti lattici, contrasta la proliferazione dello Streptococcus mutans, il batterio che causa la carie dentale;
  • il cioccolato fondente con una percentuale di cacao maggiore dell’85%: contiene sostanze antibatteriche in grado di contrastare la formazione della placca e quindi di evitare l’insorgenza della carie;
  • la frutta e la verdura (le fibre stimolano la produzione di saliva, che lava via gli acidi e gli enzimi che attaccano i denti: preferire il consumo di bieta, spinaci e insalata); inoltre si consiglia di aumentare il consumo delle mele e dei frutti di bosco, in quanto contengono sostanze antibatteriche capaci di ridurre i depositi di placca dell’80%; del sedano e delle carote poiché eliminano la placca; dei ravanelli, dei pomodori, del crescione e delle ciliegie, che contengono fluoro, minerale  che rinforza lo smalto dentario;
  • la carne bianca, il pesce e i legumi, che contengono ferro e magnesio utili alla salute di denti e gengive;
  • i cereali integrali, che richiedono una masticazione più lunga rispetto a quella necessaria per i prodotti raffinati; questo provoca un aumento della secrezione di saliva, che con le sue componenti antibatteriche, aiuta a preservare lo smalto dei denti,a contrastare i germi presenti nel cavo orale e a prevenire la comparsa di alitosi;
  • la frutta secca, ricca di calcio, fosforo, potassio, magnesio, zinco e omega 3, che remineralizza i denti e protegge lo smalto;
  •  il té verde, ricco di polifenoli e catechine che contrasta l’azione dei batteri responsabili  della carie. E’privo di acidità e riduce l’usura dello smalto e contrasta l’alitosi;
  • il vino rosso (un bicchiere a pasto), aiuta a tenere in forma il sorriso! I polifenoli in esso contenuti, inibiscono la proliferazione e la capacità del batterio responsabile della carie (Streptococcus mutans), di aderire alla superficie dentale;
  • le uova che hanno un effetto alcalinizzante: equilibrano le variazioni del Ph del nostro cavo orale, proteggendo così le superfici dentali da fenomeni erosivi e dalla carie dentale. Sono anche delle ottime alleate per la salute delle gengive;
  • l’acqua, in grado di rimuovere i residui di cibo, presenti nella bocca a fine pasto.

Gli alimenti amici dei denti andrebbero consumati preferibilmente alla fine del pasto e come spuntini. Inoltre, se abbinati ai cibi nemici ne riducono gli effetti dannosi.

I Cibi che danneggiano i denti, definiti “nemici” sono:

  • le bibite gassate e gli energy drink che, per via della loro composizione zuccherina, hanno un’azione corrosiva su dentina e polpa. Inoltre le bibite gassate contengono acido fosforico e acido citrico, in grado di consumare lo smalto dei denti;
  •  l’aceto e la birra, che determinano l’abrasione dello smalto;
  • gli agrumi e i kiwi, sono ricchi di vitamina C che è fondamentale per la sintesi di collagene e il benessere delle gengive; ma vista la loro eccessiva acidità, si consiglia per evitare di indebolire lo smalto e aumentare cosi il rischio di carie, di sciacquare subito la bocca dopo la loro assunzione;
  • gli alimenti ricchi di zuccheri semplici e complessi (dolci, zucchero,frutta candita, succhi e polpe di frutta (soprattutto se addizionati di saccarosio), confetture di frutta, gelatine, creme dolci (nutella),lecca-lecca, croccanti, torrone, ecc…),cioccolato al latte e derivati, merendine, biscotti, snack, cereali e pane), poiché i batteri nocivi presenti nella bocca, si cibano di questi zuccheri e producono gli acidi che attaccano e distruggono lo smalto dentale; numerosi studi invece, hanno accertato che il miele non è un agente cariogeno (che provoca carie), anzi presenta un’azione battericida in quanto contiene inibina, sostanza che svolge un’azione inibitoria nei confronti dello Streptococco mutans (responsabile della carie), riducendo la produzione di acidi e i fenomeni di demineralizzazione dello smalto e della dentina. Dunque il miele puro, ricco di inibina, non presenta un pericolo per i denti, anzi se utilizzato al posto dello zucchero, li protegge!
  • le bevande alcoliche che provocano disidratazione, rallentando la produzione di saliva;
  • il caffè,che danneggia lo smalto.Si consiglia di sciacquare la bocca, bevendo un bicchier d’acqua dopo il caffè: l’acqua infatti, riduce l’erosione acida e rallenta quindi la possibilità che i denti si macchino.

Consiglio:

-Chi ama le caramelle può provare a sostituirle con l’uvetta per proteggere i denti. L’uvetta infatti è ricca di zuccheri del tutto naturali, a differenza delle caramelle, e contiene sostanze in grado di aggredire i batteri che provocano la carie. L’uvetta può entrare a fare parte di una dieta salutare che elimini i dolciumi a favore dei cibi naturali.Ricetta consigliata:

https://www.dottoriesapori.it/ricette/insalata-estiva-amica-dei-denti

Autore

Dott.ssa Nicoletta Maria Grazia Pugliese, Biologa Nutrizionista.