Qual è la postura corretta per stare al computer?

0
1.366 views
Qual è la postura corretta per stare al computer?

Le lunghe ore trascorse seduti davanti al computer possono essere deleterie per il fisico e la postura. Sono numerosi gli studi che dimostrano che stare seduti per periodi prolungati rappresenta un fattore di rischio per la salute, soprattutto se già si soffre di disturbi temporo-mandibolari.

Rigidità dei muscoli del collo, posture sbagliate quando si sta seduti o ci si sdraia sul divano, problemi di occlusione dentale e bruxismo possono creare tra di loro un circolo vizioso che possono a lungo andare sfociare in mal di testa cronici, dolore cervicale, affaticamento e contratture muscolari.

Un modo per intervenire sul problema e cercare di arginare possibili gravi conseguenze negative, è quello di imparare a mantenere una postura corretta durante tutto il giorno, anche e soprattutto mentre siamo sul posto di lavoro.

Le lunghe ore trascorse seduti davanti al computer possono, infatti, essere deleterie per il fisico e sono numerosi gli studi che dimostrano che stare seduti per periodi prolungati rappresenta un fattore di rischio per la salute, indipendentemente da qualsiasi attività fisica si pratichi nel tempo libero.

Se il tuo lavoro comporta di stare seduto per molte ore davanti ad un computer, ecco alcuni consigli per aiutarti a mantenere una postura corretta.

Sostenere la schiena

È possibile ridurre il rischio di mal di schiena regolando la propria sedia in modo che la zona inferiore della propria schiena sia adeguatamente supportata.

Una sedia regolata correttamente riduce infatti lo sforzo imposto alla schiena. Per questo è consigliabile utilizzare una sedia che sia facilmente regolabile in altezza, inclinazione e nella zona lombare. Altrimenti si può scegliere di utilizzare un cuscino adeguatamente posizionato tra lo schienale e la parte inferiore della schiena.

Ricordarsi sempre di tenere il bacino più aderente possibile alla sedia.

Le ginocchia devono invece essere leggermente più basse rispetto alla posizione dei fianchi e i piedi devono poggiare sul pavimento. Per questo, nel caso in cui non ci si arrivi, è consigliabile utilizzare un poggiapiedi.

Regolare la sedia

Regolare l’altezza della sedia in modo da poter utilizzare comodamente la tastiera con i polsi e avambracci diritti e paralleli con il pavimento, a formare una L con il gomito. Regolare i braccioli in modo che le spalle siano rilassate e supportino le braccia durante l’utilizzo della tastiera e del mouse.

Non incrociare le gambe, in quanto potrebbe contribuire allo sviluppo di problemi correlati ad una cattiva postura.

Regolare lo schermo

L’errato posizionamento dello schermo può portare a posture scorrette quindi anche il monitor va regolato per bene, per non stancare il collo ed assumere una posizione rilassata.

Lo schermo dovrebbe essere direttamente di fronte a voi. Un trucco è quello di posizionare il monitor alla distanza di circa la lunghezza di un braccio, facendo corrispondere la parte superiore dello schermo più o meno al livello dei propri occhi. Nel caso in cui fosse necessario, porre un supporto sotto la base del monitor per regolarne l’altezza. Uno schermo troppo alto o troppo basso, comporta infatti il piegamento o l’alzamento del collo, che può a lungo andare risultare scomodo e doloroso.

Regolazione la luminosità e il contrasto dello schermo per non affaticare troppo gli occhi.

Regolare persiane e tende in modo che non si abbia luce di fronte agli occhi ed in modo che non ci siano riflessi o riverberi sullo schermo.

Utilizzo della tastiera e del mouse

Posizionare la tastiera di fronte a sé durante la digitazione. Determinare quale parte della tastiera si usa più di frequente, e regolarla in modo che quella parte sia centrata con il corpo. Tenere il mouse più vicino possibile alla tastiera, possibilmente su una superficie leggermente inclinata o su un tappetino con poggia-polso, che può aiutare a mantenere il polso dritto.

Rendere gli oggetti intorno a sé accessibili

Posizionare gli oggetti più frequentemente utilizzati, come il telefono o la cucitrice, in maniera che siano facilmente raggiungibili. Evitare stretching o torsioni per raggiungere le cose.

Evitare di sforzare il collo quando si usa telefono

Se si spende molto tempo al telefono, provare ad utilizzare un auricolare. Mantenere il telefono poggiato tra orecchio e spalla, così da avere le mani libere, può causare un eccessivo sforzo sui muscoli del collo.

Fare delle pause regolari

Fare spesso pause, alzarsi in piedi e cambiare posizione frequentemente.

Non importa quanto perfetto sia l’ambiente di lavoro, le posture statiche prolungate sono dannose per il fisico perché possono inibire la circolazione del sangue.

Evitare quindi di mantenere la stessa posizione per lunghi periodi. Fare frequenti pause brevi per dare sollievo alla propria schiena e rilassare i muscoli: una pausa di 1 o 2 minuti ogni 20 o 30 minuti è assolutamente obbligatoria, anche per evitare l’affaticamento degli occhi, per cui si consiglia di distogliere lo sguardo dal monitor e concentrarsi su qualcosa in lontananza.

Dopo ogni ora di lavoro, prendere una pausa o cambiare attività per almeno 5-10 minuti e riposare gli occhi coprendoli con le mani per 10-15 secondi.

Provare sempre a stare lontano dal computer durante la pausa pranzo.