Sei hai avuto uno di questi 5 disturbi potresti diventare bruxista

Sei hai avuto uno di questi 5 disturbi potresti diventare bruxista

Per bruxismo si intende il digrignamento dei denti durante la notte. Sebbene le cause non siano ancora ben comprese si sta sempre facendo più chiarezza sui fattori che possono predisporre al bruxismo o che gli sono associati.

Una delle principali cause scatenanti il bruxismo è lo stress, a riprova anche il fatto che spesso queste persone digrignano maggiormente i denti proprio durante periodi di maggior sovraccarico per il loro sistema nervoso.

Fumo, alcool, utilizzo di farmaci antidepressivi e cattiva alimentazione, sono altre condizioni associate al bruxismo.

I 5 sintomi psicologici che predicono il rischio di diventare bruxisti

Recentemente un recente studio retrospettico che ha visto coinvolti più di 500 persone ha messo in luce come l’aver avuto in passato dei sintomi di disordini mentali comuni, è un elemento che può predisporre ad andare incontro a bruxismo.

Si è osservato che l’età media in cui si manifestava il bruxismo era verso i 30 anni, questo si manifestava con maggior frequenza nei ragazzi che in gioventù avevano sofferto di disturbi mentali comuni, stando alla classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si intende ansia, depressione, attacchi di panico, disordini ossessivo-compulsivi e disordine da stress post-traumatico.

Se si sa di aver vissuto episodi simili o lo si sa dei propri figli il consiglio è quello di monitorare con maggior attenzione lo stato di salute dei denti. La diagnosi definitiva di bruxismo la può fare solo il dentista.

Può pertanto valer la pena di munirsi di bite, o quello su misura che nei casi importanti è l’unico consigliabile, oppure per chi soffre di bruxismo lieve o sporadico esistono in farmacia dei bite automodellanti, molto meno costosi di quelli su misura ma comunque efficaci per una prima protezione dei denti.

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Common+mental+disorders+and+bruxism+in+adults%3A+a+birth+cohort+study

https://www.who.int/mental_health/management/depression/prevalence_global_health_estimates/en/