Sintomi e conseguenze del bruxismo.

0
690 views
Ti svegli già stanco e con la mandibola indolenzita? Forse bruxi.

Ti addormenti quando la tua coscienza vigile lascia il posto al distacco e al rilassamento.

La volontà che di giorno controlla la situazione lascia il posto all’inconscio e allo stress che non emerge durante il giorno. Il tuo sonno non è più ristoratore? 

Ecco allora che il sonno diventa agitato, che riaffiora la tensione che controllavi durante la veglia e può prevalere l’istinto di serrare i denti e di digrignarli inconsciamente (tecnicamente si dice “bruxare”). Al risveglio i muscoli della mascella sono indolenziti, sei già stanco e ti sembra di non aver dormito.

A volte avverti dolori anche ai muscoli del collo e della cervicale che hanno subito la tensione e che sono rimasti nella postura della contrazione. In alcuni casi, quando il fenomeno diventa abituale, il digrignamento fa consumare i denti, che diventano più fragili e predisposti ai vari problemi.

Che fare prima che il tutto si aggravi?

Si agisce su due fronti:

  • uno più complesso che lavora sulla psiche per ridurre lo stress e cambiare stile di vita. Questa è la via maestra, ma richiede tempo ed eventualmente l’aiuto di uno psicologo
  • l’altro fronte è più semplice ed immediato. Alla sera prima di dormire si indossa un “bite”, cioè una specie di paradenti (a volte erroneamente viene chiamato apparecchio per il bruxismo) per i denti molto comodo da tenere (FOTO) che distanzia le arcate dentarie e protegge i denti dal contatto e dallo sfregamento, ma soprattutto distende i muscoli delle mascelle quel tanto che basta a portarli dallo stato di contrazione allo stato di distensione che arriva poi al rilassamento. Questa distensione coinvolge anche i muscoli del collo, e il sonno torna ad essere normale e ristoratore.

Ma dove si trovano i bite?

Li può fare il dentista, su misura, prendendo l’impronta delle arcate dentarie in modo che aderiscano perfettamente. Il costo varia mediamente da 400 a 600 euro più il tempo delle visite dal dentista.

Ci sono però anche dei bite termo ed automodellanti acquistabili in farmacia, meno precisi di quelli del dentista, ma che costano generalmente meno di 60 euro e la cui funzionalità è la stessa perché il loro scopo è distanziare le arcate dentarie. 

Questi bite si personalizzano facilmente in 5 minuti: 

  1. si immerge per 30 secondi in acqua bollente per rendere morbido il materiale
  2. si indossa
  3. si premono le guance per farle aderire alla dentatura e prendere la forma, che poi rimane fissa.

Se pensi di essere bruxista o temi di diventarlo è bene intervenire prima che il fenomeno si aggravi. Chiedi quindi al tuo dentista

Per saperne di più clicca il banner.

Bite Automodellanti