Stress: non lasciare che logori i denti

Stress: non lasciare che logori i denti

Le persone stressate, a causa di problemi personali o lavorativi, sembrano essere più inclini a digrignare i denti durante la notte.

Digrignare i denti durante la notte: qual è la causa?

Secondo lo studio pubblicato sul BioMed Central, Head & Face Medicine, si è scoperto che il “Bruxismo notturno” è particolarmente comune in coloro che cercano di affrontare lo stress fuggendo da situazioni difficili.

Le conseguenze del bruxismo sui denti

Maria Giraki, dell’Università Heinrich-Heine di Düsseldorf, insieme ad un team di ricercatori, ha studiato la condizione in 69 persone, di cui 48 erano “bruxisti”. “Il bruxismo può portare all’usura, alla sensibilità dei denti, alla crescita e al dolore nei muscoli responsabili della masticazione. Le cause sono ancora relativamente sconosciute, ma lo stress è implicato”.

Lo studio ed i risultati

Il digrignamento dei denti è stato misurato con lastre sottili poste nella bocca dei partecipanti durante la notte, mentre le tecniche di stress sono state valutate attraverso tre questionari. È risultato che il bruxismo non è associato all’età, al sesso o al livello di istruzione, ma è più comune nelle persone stressate o con problemi quotidiani al lavoro.

Le considerazioni

Giraki aggiunge: “I nostri dati supportano l’ipotesi che le persone che digrignano i denti in modo più problematico non sembrano essere in grado di affrontare lo stress in modo adeguato. Sembrano infatti preferire strategie come la “fuga” invece di gestire lo stress in modo positivo“.

Fonti:
Maria Giraki, Christine Schneider, Ralf Schäfer, Preeti Singh, Matthias Franz, Wolfgang H.-M Raab and Michelle A Ommerborn. Correlation between stress, stress-coping and current sleep bruxism. Head & Face Medicine, 2010

Credit photo: Hand image created by Jcomp – Freepik.com