L’orticaria da stress: ecco come combatterla in modo naturale

0
1.744 views
L’orticaria da stress: ecco come combatterla in modo naturale

Le eruzioni cutanee possono essere associate all’orticaria da stress. Vediamo come fare a lenire il prurito.

L’orticaria da stress

L’orticaria è un’eruzione cutanea pruriginosa caratterizzata dall’improvvisa comparsa di pomfi (lesione con accumulo di liquidi del derma), rosati, pallidi o rossi.

«Quando si attraversa un momento della vita in cui l’equilibrio psicofisico è messo alla prova, lo stress si manifesta in vari modi, dall’aumento della pressione al mal di testa, fino ad arrivare ad alcune patologie dermatologiche, come le dermatiti, l’herpes, l’eczema e, appunto, l’orticaria», spiega Lucio Sarno, preside della facoltà di psicologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e primario del servizio di psicologia clinica e della salute presso la Fondazione Ospedale San Raffaele.

Una sua particolare forma è l’orticaria da stress, che colpisce maggiormente nei periodi di forte tensione. Si stima che colpisca il 20% circa delle persone indistintamente dall’età e dal genere. Gli episodi acuti non durano più di 6 settimane, tuttavia, nel caso il lasso di tempo sia significativamente più lungo, potrebbe essere una forma di orticaria cronica e recidivante.

Come combattere l’orticaria da stress? I rimedi naturali

Ecco alcuni consigli naturali per tenere a bada i sintomi di prurito e per eliminare le eruzioni cutanee.

  • Fare impacchi con acqua fredda per dare sollievo al prurito.

 

  • Utilizzare oli essenziali sulla parte del corpo in cui si manifesta l’orticaria, ne basta qualche goccia su un batuffolo, per fare degli impacchi. I più consigliati sono:
  • sandalo,
  • calendula,
  • camomilla,
  • olio di mandorle
  • olio di oliva.
  • Rilassarsi con tisane. Tra le piante officinali che possono dare un buon supporto in caso di ansia e stress possiamo citare:
  • La valeriana, (valeriana officinalis) che regola il nervosismo e il sonno. Ricordiamo che la valeriana in gravidanza è controindicata, così come durante l’allattamento e non può essere assunta contemporaneamente ai barbiturici di sintesi
  • La passiflora (Passiflora Incarnata) antispastica, sedativa e ansiolitica.
  • Il biancospino (Crataegus oxyacantha), ideale quando l’ansia si manifesta con palpitazioni, ipereccitabilità , ipertensione, tachicardia.
  • La melissa (melissa officinalis) quando l’ansia si manifesta in particolare con dolori gastrici e coliche addominali.
  • L’iperico (o erba di san Giovanni) che presenta una potente funzione antidepressiva; ha la controindicazione di essere fotosensibilizzante e non può essere associato a terapie antidepressive con farmaci di sintesi.
  • Anche i Fiori di Bach (rimedi vibrazionali) possono essere un valido aiuto, il Mimulus, l’ Aspen, il Rock Rose, il Centaury, sono ad esempio dei fiori che lavorano su ansie, paure, insicurezze e pertanto possono essere un valido aiuto che si può associare ai rimedi fitoterapici sopra menzionati.
  • Utilizzare farina d’avena, amido di riso o bicarbonato di sodio per creare delle creme da spalmare sui pomfi.
  • Abituare corpo e mente a non strafare e ad avere un ritmo più pacato.
  • Fare attività sportiva. Quando pratichiamo un qualsiasi sport il nostro corpo è stimolato e produce endorfine, le molecole del benessere che ci assicurano serenità e buonumore. Le endorfine intervengono nella regolazione dell’umore: più il meccanismo naturale del piacere è incrementato dallo sport più siamo ben disposti ad aprirci alle esperienze della vita e ad affrontare le situazioni complesse. Con lo sport, il corpo si abitua ad uno stress sano e diventa quindi più resistente al “vero” stress che ci rende negativi, stanchi e scontrosi.
  • Rilassarsi con lo yoga. Gli esercizi respiratori possono infatti ridurre la tensione e alleviare lo stress grazie al surplus di ossigeno. Il respiro regolare infatti stimola il sistema parasimpatico, che aiuta a calmare.

Combattere lo stress a tavola

Ci sono una serie di alimenti che hanno note virtù terapeutiche e che possono aiutarti a ritrovare il buon umore e combattere un forte stress. I cibi che riducono l’ansia e che tirano su il morale contengono sostanze regolatrici dello stress. I più consigliati sono quelli che contengono:

  • Ne sono ricchi i fagioli, i legumi, le carni magre (pollo, coniglio, tacchino e carni di manzo purché magre o sgrassate), il latte e derivati, semi, noci e frutti di mare.

Una buona dose di selenio è contenuta anche nel riso, in particolare in quello integrale.

  • Calcio Il latte è un alimento che non deve mai mancare nella tua dieta, a meno di intollerante, perché ricchissimo di calcio.
  • Vitamina D. Esistono pochi alimenti ricchi di vitamina D ma  puoi comunque trovala nei pesci grassi, fegato di manzo, rosso d’uovo e formaggio.
  • Vitamina B12 che è considerata la vitamina dell’energia. La troviamo nel pollo, salmone, broccoli, fagioli e

I cibi che non devono mai mancare

Frutta e verdura a volontà

Sono consigliate almeno 3 porzioni al giorno, perché aiutano a rimanere in buona salute e quindi a ridurre lo stress.

Da prediligere:

  • il pomodoro perché ricco licopene e l’uva per il resveretralo, entrambi antiossidanti molto efficaci.
  • le banane perché contengono: dopamina (ormone del piacere), vitamina B6, magnesio e potassio.
  • agrumi (limoni, arance, ecc.), perché la vitamina C aiuta a rinforzare le difese immunitarie ma anche a farti sorridere.
  • pesce: fonte di omega 3. Esistono evidenze scientifiche che la depressione sia in qualche modo collegata a bassi livelli circolanti di omega 3 e maggiori di omega 6.

Cioccolato fondente

Grazie all’azione antidepressiva e tonica, svolta da alcuni dei suoi componenti è in grado di apportare rapidamente una sferzata di euforia, gratificazione e soddisfazione.

Meglio consumare il cioccolato fondente (85%): 575 calorie per 100 grammi.

Le spezie

Aggiungere a tavola curcuma, liquirizia e zenzero per ridurre l’infiammazione.

Fonte:
https://www.viversano.net/salute/benessere/orticaria-da-stress-cause-sintomi-rimedi/

Credit photo:Background image created by Freepik

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.