Alla scoperta dei denti

0
151 views
Perchè abbiamo i Denti del giudizio?

Quando una persona ha un sorriso smagliante si dice che abbia un “sorriso a 32 denti”. Il numero non è casuale anche se non sempre veritiero. Infatti tutti abbiamo almeno 28 denti da adulti e 4 di “bonus”… i famosi denti del giudizio.

Scopriamo come sono fatti e le loro peculiarità.

Com’è fatto un dente

Un dente è una struttura formata da:

  • lo smalto, la sostanza più dura del corpo umano, che ricopre la corona (la parte esterna del dente) per uno spessore variabile tra 1,5 e 2,5 mm. E’ composto per il 96% da minerali (principalmente cristalli trasparenti di idrossiapatite di calcio) e soltanto per il 4% da sostanze organiche.
  • la dentina è prodotta dagli odontoblasti, le cellule presenti nella polpa dentale. E’ porosa e di colore giallo, infatti è lei che è responsabile del colore di un dente a causa della traslucenza dello smalto ed è presente sia nella corona che nella radice.
  • la polpa dentale è rappresentata da terminazioni nervose, venule, arteriole e speciali cellule addette alla produzione di dentina ed è custodita nel “cuore” del dente, protetta dalla dentina e, più in superficie, dallo smalto. La polpa garantisce l’adeguato apporto di sangue, ossigeno e nutrienti, al dente. Essendo molto innervata e vascolarizzata, oltre che racchiusa in uno spazio chiuso, se si infiamma può determinare dolori estremamente intensi.
  • il cemento dentale è uno strato sottile e resistente che protegge la radice del dente sotto le gengive. Ad esso si ancorano le fibre del legamento parodontale che servono a sostenere il dente nell’incavo dell’osso mascellare che ospita il dente, chiamato alveolo.

Quanti denti abbiamo?

Da bambini i denti da latte sono 20 mentre, in età adulta, la dentatura può arrivare a 32 (inclusi 4 denti del giudizio). E’ possibile catalogarli in base alla forma, funzione e posizione:

  • Incisivi (8 denti): sono i denti che si trovano nella parte anteriore e centrale della bocca, quattro nella parte superiore e gli altri quattro in quella inferiore. Sono quelli che usiamo per tagliare gli alimenti. Normalmente sono gli incisivi i primi denti a uscire – ciò succede intorno ai 6 mesi di età nella dentizione da latte, e tra i 6 e gli 8 anni nella dentizione definitiva.
  • Canini (4 denti): sono i denti più appuntiti e servono a lacerare il cibo. Sono conosciuti volgarmente come zanne. Nella dentizione da latte appaiono tra i 16 e i 20 mesi di età, sviluppandosi prima quelli superiori e successivamente quelli inferiori. Nella dentizione definitiva, l’ordine si inverte, prima dei 9 anni spuntano quelli inferiori, mentre tra gli 11 e i 12 anni quelli superiori.
  • Premolari (8 denti): chiamati anche bicuspidi, si utilizzano nella prima fase di masticazione, per una prima triturazione del cibo. Appaiono intorno ai 10 anni.
  • Molari (8 denti): servono per triturare gli alimenti e sono considerati i denti più importanti dell’occlusione. I primi molari definitivi appaiono a partire dai 6 anni di età.

La curiosità

Le arcate dentali di una persona sono uniche, come le impronte digitali: due individui diversi non possono avere gli stessi denti. Queste peculiarità possono essere molto utili in Medicina Legale per il riconoscimento delle persone e questa branca viene chiamata Odontologia Forense.