L’artrite reumatoide potrebbe iniziare nelle gengive

L’artrite reumatoide potrebbe iniziare nelle gengive

È noto come avere un intestino malsano sia il fattore più importante nella comprensione di molte malattie, tuttavia è meno noto come lo sia anche la salute delle gengive.

Malattia gengivale e artrite reumatoide, il legame 

Secondo un nuovo studio infatti la malattia gengivale è stata collegata all‘artrite reumatoide (RA), la malattia infiammatoria cronica che colpisce le articolazioni.

I ricercatori del Leeds Biomedical Research Center hanno infatti trovato che i batteri provenienti dalle gengive danneggiate potrebbero iniziare la risposta autoimmune che causa il dolore articolare e il gonfiore associati alla RA.

I risultati dello studio

La malattia gengivale (parodontale) è più comune nei pazienti con artrite reumatoide, mentre i batteri delle gengive sono stati trovati intorno alle articolazioni artritiche, ma il vero indizio è la risposta del sistema immunitario.

Nelle prime fasi della RA, e prima che le articolazioni vengano colpite, si producono speciali anticorpi proteici contro i batteri che si trovano solo nelle gengive.

Nello studio i ricercatori hanno scoperto che le persone più a rischio di sviluppare RA avevano due volte di probabilità in più di avere anche malattie parodontali.

Cosa causa la parodontite?

Le cause principali di questa malattia sono riconducibili ad una scarsa igiene orale.

In condizioni di scarsa igiene orale i batteri si accumulano eccessivamente vicino alle gengive formando la placca e provocando infiammazioni e carie.

Quando la placca diventa tartaro può essere risolta solo con la pulizia dei denti fatta dal dentista.

Se non curata i batteri possono moltiplicarsi nella tasche parodontali (spazio che si forma tra le radici dei denti e le gengive) e causare l’indebolimento e l’instabilità ossea e la conseguente caduta dei denti.

Ci sono inoltre altri fattori che predispongono alla parodontite, come fumo, stress, fattori ereditari e ormonali, malattie come il diabete o l’aids, farmaci che inducono alla salivazione, problemi alimentari e ricostruzioni non eseguite a regola d’arte.

Quali sono i sintomi della parodontite?

La parodontite inizialmente non presenta sintomi evidenti, solo uno specialista attraverso le radiografia potrebbe notare un anatomia ossea non ideale.

Con lo svilupparsi della malattia i sintomi diventano più evidenti:

  • Sanguinamento delle gengive (spontaneamente o durante lo spazzolamento/utilizzo del filo interdentale) (per approfondire leggi qui: “Quali sono le cause del sanguinamento delle gengive?“)
  • Gengive che si abbassano (recessioni gengivali)
  • Sensibilità al caldo e/o al freddo
  • Gengive doloranti, rosse e infiammate
  • Denti che si muovono o cadono.
Fonti:
https://www.congress.eular.org
http://www.congress.eular.org/myUploadData/files/EULAR_201705_Preliminary_Eular.pdf
Proceedings of the Annual European Congress of Rheumatology, June 15, 2018