Come il bite può migliorare il tuo sonno

0
7.342 views
Come il bite può migliorare il tuo sonno

Potrebbe sembrare strano, ma i dispositivi orali non vengono utilizzati solo per raddrizzare i denti. I bite, infatti, sono prescritti anche per le problematiche legate al sonno, come il bruxismo e le apnee notturne.

Che cos’è il bite notturno

Il bite notturno è un apparecchio orale molto simile a un paradenti sportivo (quello dei pugili, per intenderci), con la differenza che viene indossato soltanto durante il sonno. Il dispositivo protegge i denti durante la notte dai danni causati dal digrignamento automatico (usura, mobilità dentale, dolori alle articolazioni temporo-mandibolari), rilassa la muscolatura della mandibola e la mantiene in posizione di riposo per permettere alle vie aree di rimanere correttamente aperte.

Chi ha bisogno del bite

Sono raccomandati a chi soffre di bruxismo, a coloro che russano molto e hanno frequenti problemi di apnea del sonno. In generale, circa 1 persona su 4 affetta da apnea ostruttiva del sonno digrigna i denti durante la notte e gli uomini, in particolare, sono quelli più colpiti. Bruxismo e apnee notturne sono infatti due problemi del sonno strettamente correlati e di norma i sintomi del bruxismo diminuiscono con la gestione delle apnee notturne, che se correttamente trattate permettono di tornare a dormire sonni tranquilli.

Tipologie di bite

Per le forme gravi o moderate di bruxismo e di apnea notturna è consigliato chiedere sempre il consiglio di uno specialista, che creerà un dispositivo personalizzato sull’arcata dentaria del paziente. Nel caso in cui, invece, si soffra di bruxismo lieve o si teme di avere questo problema, esistono in commercio alcuni bite da modellare in autonomia in modo semplice e veloce su i denti per rendere la “vestibilità” del dispositivo il più confortevole possibile. Con queste soluzioni i sintomi del bruxismo e le apnee del sonno dovrebbero migliorare, permettendo di tornare a dormire sonni migliori!