Bruxismo: conseguenze, cura e sintomi per individuarlo

1
7.088 views
Bruxismo: conseguenze, cura e sintomi per individuarlo

Al risveglio senti la mandibola indolenzita? Ti senti stanco come se non avessi dormito? Hai i denti più sensibili del solito alle temperature? Potresti soffrire di bruxismo! Vediamo i sintomi e i rimedi.

Il tuo partner si lamenta di non riuscire a dormire bene a causa del rumore che fai con i denti durante la notte?

Forse soffri di bruxismo.

Bruxismo: che cos’è?

Si tratta dell’atto involontario, e spesso non avvertito, di stringere e digrignare i denti durante il sonno.  Nella maggior parte dei casi questo comportamento si compie in modo involontario durante il sonno leggero, e si chiama bruxismo notturno. Durante il sonno infatti esercita sui denti una pressione che può arrivare fino ai 45 kg/cm².

Cosa succede se il bruxismo viene trascurato per molto tempo?

Il bruxismo non solo accelera il processo di deterioramento dentale, ma riflette le sue conseguenze negative anche sull’apparato muscolo-scheletrico causando cefalee e numerose patologie.  Una diagnosi precoce del bruxismo può evitare la creazione di danni permanenti ai denti.

Per approfondire tipologie, effetti e cause del bruxismo leggi qui.

Esiste una cura?

La principale causa del bruxismo non è nota e non esiste alcuna terapia farmacologica specifica per curare questo disturbo.

Un rimedio è il bite. Si tratta di un piccolo accessorio trasparente che aiuta la mandibola ad avere una posizione più corretta, proteggere i denti dai danni causati dal digrignamento e, allo stesso tempo, risolvere fastidiose cefalee.

Si possono principalmente classificare due gruppi in base alla modalità di creazione ed al materiale utilizzato:

  • Bite personalizzato,
  • Bite automodellante.

Questi strumenti sono disponibili in farmacia o dal dentista.  Scopri le differenze e le analogie tra i due tipi di bite.

Sei un bruxista? I sintomi per scoprirlo!

Fatta chiarezza sul disturbo del bruxismo e sui problemi che determina a livello dentale e non, ecco una lista dei sintomi per capire se soffri di tale disturbo.

  1. Mal di testa ingiustificato e poco responsivo ai farmaci.
  2. Sensazione di orecchio tappato o dolori alle orecchie di cui l’otorino abbia già escluso problematiche specifiche.
  3. Vertigini.
  4. Sensazione di tensione nella zona delle guance e delle tempie.
  5. Difficoltà di deglutizione e masticazione accompagnata da rumori o scricchiolii all’articolazione.
  6. Difficoltà ad aprire del tutto la bocca e dolore alla mandibola.
  7. Denti più sensibili del solito al caldo e al freddo.
  8. Dentatura superiore appiattita e canini molto affilati.
  9. Secchezza della bocca.
  10. Rigidità cervicale.

Ti riconosci in qualcuno di questi sintomi? Rivolgiti al tuo dentista o farmacista per trovare la soluzione più adatta a te. Non ne beneficeranno solo i tuoi denti, ma anche il tuo partner potrà finalmente dormire serenamente!