Come diagnosticare la sindrome orale allergica

0
366 views
Alitosi (alito cattivo), cosa mangiare

Dopo che hai mangiato un frutto o delle noci avverti una sensazione di prurito e gonfiore in bocca e nella gola? Potresti soffrire della sindrome orale allergica.

La Sindrome Orale Allergica è un insieme di sintomi provocati dal contatto di un alimento con la mucosa orale e si sviluppa prevalentemente in individui allergici ai pollini quando mangiano frutta e verdura.

Secondo gli esperti dell’American Academy of Allergy, ad esempio, negli Stati Uniti fino al 75% dei pazienti allergici al polline di betulla, ha fastidi quando mangia sedano e mele. 

Riconoscere i sintomi 

Quando hai in bocca un frutto o una verdura fresca, potresti avere una sindrome allergica orale se manifesti uno dei seguenti sintomi:

  • Gola irritata
  • Labbra gonfie
  • Prurito alla bocca
  • Bocca gonfia
  • Lingua gonfia
  • Gola gonfia.

Come si innesca

Alcuni tipi di frutta, verdura e frutta secca hanno delle proteine che contengono allergeni con una struttura simile a quella degli omologhi contenuti in certi tipi di polline. Questo fa sì che nei soggetti sensibili, quando gli anticorpi relativi al polline entrano a contatto, a livello della mucosa orale, con le proteine degli alimenti, liberano alcuni mediatori infiammatori che sono responsabili dei sintomi dell’allergia.  

Quali alimenti possono causare la sindrome orale allergica?

  • Frutta fresca: mela, pesca, prugna, pera, ciliegia, albicocca, banane, kiwi,melone
  • Verdura fresca:carota, patata, finocchio, sedano,pomodoro,zucchine e cetrioli
  • Frutta secca: mandorle, arachide, nocciole, semi 
  • Soia

Dovresti assicurarti di non avere reazioni eccessive ed è sempre meglio consultare un medico se manifesti sintomi come disturbi respiratori, vomito, vertigini e orticaria.

Scrivi i tuoi sintomi in un diario alimentare

Tieni un diario alimentare in cui registrare le tue reazioni allergiche a particolari cibi:

  • Se hai un’allergia al polline di betulla, registra eventuali reazioni spiacevoli a mandorle, mele, carote, ciliegie, kiwi, nocciole, pesche, pere o prugne. 
  • Se hai un’allergia all’erba, potresti essere più suscettibile a meloni freschi, sedano, arance, pesche e pomodori.
  • Se hai un’allergia all’ambrosia stai attento all’assunzione di banane fresche, cetrioli, meloni, zucchine o semi di girasole

Diagnosi 

La Sindrome Orale Allergica si può diagnosticare con i comuni test allergologici alimentari. Il più affidabile e riconosciuto è il Rast Test. In caso di sintomi strani (gonfiore anomalo e prurito alla bocca e alla gola), consulta il medico di base.

Fonti:

https://www.news-medical.net/health/Oral-Allergy-Syndrome-(OAS).aspx

https://acaai.org/allergies/types/food-allergies/types-food-allergy/oral-allergy-syndrome