Denti storti? Colpa del cibo cotto… migliaia di anni fa!

0
787 views
Denti storti? Colpa del cibo cotto... migliaia di anni fa!

Il fatto che ad alcuni di noi crescano denti storti e con malocclusioni può essere il prezzo che paghiamo per il cambio di dieta dei nostri antenati.

Sembra che all’origine di tutto ciò ci possa essere il passaggio dal mangiare cibi crudi al mangiare i cibi cotti e quindi più morbidi.

Ecco forse anche una spiegazione per il fatto che in alcuni casi il dente del giudizio fa male e va asportato.

A suggerire questa interpretazione è Peter Lucas, antropologo dell’università di Washington, che identifica nel cambiamento della natura delle spinte sui denti durante la masticazione la principale causa della malocclusione.

I denti dell’uomo hanno problemi di organizzazione

La dentatura umana, infatti se confrontata con quella animale, ha dei grossi problemi di organizzazione: il fatto ad esempio che in diverse persone si accumulino residui di cibo negli spazi tra i denti sono la prima causa di carie e infiammazioni alla gengiva. Se analizziamo le dentature degli altri mammiferi incluse le scimmie, che dovrebbero essere più simili a noi tutti questi problemi sono assai rari: avete mai sentito di una scimmia a cui faceva male il dente del giudizio?

Lucas sostiene che la dentatura umana abbia cominciato a modificarsi tra 2 milioni e i 300.000 anni fa, quando cioè i nostri antenati hanno imparato a sminuzzare il cibo e a cuocerlo rendendolo così più morbido.

Obiettivo di Lucas è ora quello di mettere in relazione le misure di denti e mandibole dei diversi animali con il tipo di cibo che mangiano.