Denti vs Selezione sessuale: una lezione dalla Preistoria

Denti vs Selezione sessuale: una lezione dalla Preistoria

Gli adrosauri dal becco d’anatra percorsero la Terra oltre 90 milioni di anni fa e furono uno dei gruppi di dinosauri di maggior successo. Ma perché questi giganti di 2-3 tonnellate hanno avuto tanto successo?

Un nuovo studio, pubblicato su Paleobiology, mostra che i loro adattamenti speciali nei denti e nelle mascelle erano cruciali e fornisce nuove informazioni su come queste innovazioni si sono evolute.

Gli adrosauri

Chiamate le “pecore del Mesozoico”  gli adrosauri riempivano il paesaggio nel periodo del tardo Cretaceo, camminavano sulle zampe posteriori ed erano noti per le loro potenti mascelle con più file di denti estremamente efficaci. Avevano anche creste sulla testa estremamente diverse che indicavano le specie a cui appartenevano e venivano usate per attrarre i compagni.

Lo studio

I ricercatori delle Università di Bristol e l’Istituto Catalano di Paleontologia di Barcellona hanno utilizzato un ampio database che descrive la varietà morfologica dei fossili di adrosauri e la varietà morfologica e il ritmo di evoluzione.

Il dott. Tom Stubbs, autore principale dello studio e ricercatore della Scuola di Scienze della Terra di Bristol, ha dichiarato: “Il nostro studio mostra che l’esclusivo apparato di alimentazione degli adrosauri si è evoluto rapidamente e, una volta stabilito, ha mostrato ben pochi cambiamenti mentre le elaborate creste hanno continuato a diversificarsi con diverse evoluzioni, dando origine a molte forme strane e meravigliose. “

Il professor Mike Benton, coautore dello studio ha aggiunto: “La variazione nell’anatomia può sorgere in molti modi. Volevamo confrontare le due famose innovazioni dell’adrosauro e, così facendo, fornire nuove intuizioni sull’evoluzione di questo importante gruppo di dinosauri: i nuovi sistemi numerici ci permettono di testare questo tipo di complesse ipotesi evolutive. “

I nostri metodi ci hanno permesso di identificare i rami sull’albero evolutivo degli adrosauri che mostravano una rapida evoluzione in diverse parti dello scheletro“, ha detto il co-autore Dr Armin Elsler. “Quando abbiamo guardato mascelle e denti, abbiamo visto solo una rapida evoluzione su un singolo ramo alla base del gruppo, mentre le ossa che formano le creste mostravano più rami a velocità elevata“.
Il dott. Albert Prieto-Márquez, coautore e esperto mondiale degli adrosauri dell’Istituto catalano di paleontologia di Barcellona, ​​ha aggiunto: “I nostri risultati suggeriscono che l‘evoluzione può essere guidata in modi diversi dalla selezione naturale e dalla selezione sessuale. Un apparato legato all’alimentazione che ha avuto successo  non ha richiesto modifiche massicce per elaborare il cibo, mentre la selezione sessuale ha guidato l’evoluzione di forme di cresta più complesse, e questo si riflette in molteplici esplosioni evolutive. ”