Estrazione di un dente: come favorire una guarigione più rapida

0
442 views
Estrazione di un dente: come favorire una guarigione più rapida

Un’estrazione dentale genera una ferita nelle gengive. È quindi necessario prendere le giuste precauzioni per agevolare il processo di guarigione. 

La prima cosa che puoi fare è applicare pressione con una garza sterile sull’area interessata dall’intervento per 30-45 minuti per bloccare un’eventuale emorragia.

Combattere il gonfiore

Dopo aver rimosso un dente è normale avere un pò di gonfiore che solitamente si protrae per circa tre giorni. 

Soprattutto nelle prime 24 ore è consigliato:

  • Un impacco di ghiaccio: raffredda la parte dolorante alternando 20 minuti di ghiacchio e 20 minuti senza. Continua con questa alternanza per le prime ore. Trascorsi due giorni, il gonfiore dovrebbe essersi ridotto e il ghiaccio non apporterà più alcun beneficio
  • Assumi cibi freddi e morbidi come il gelato, il frullato, il budino o lo yogurt. Evita cibi piccanti, semi, biscotti e patatine che potrebbero “rimanere intrappolati” nell’area ferita.
  • Usa le bustine del tè: applica una bustina di tè inumidita sulla ferita e mordila leggermente per mantenere una certa pressione. Il tè contiene l’acido tannico che promuove la formazione del coagulo e contribuisce a ridurre l’emorragia. 
  • Su consiglio medico puoi assumere un antinfiammatorio
  • Non fumare
  • Non bere alcolici

L’igiene dentale è fondamentale

Dopo 24 ore dall’intervento, puoi spazzolare i denti e la lingua con delicatezza ma non usare lo spazzolino vicino alla ferita. 

Per tenere pulita questa zona fai dei risciacqui con acqua salata o con un collutorio antibatterico.

Seguire queste semplici regole ti aiuterà nel periodo di recupero ma se hai domande o dubbi la cosa migliore da fare è chiamare il tuo dentista.