Le abitudini di igiene orale influenzano le comunità di batteri nella bocca

0
625 views
Le abitudini di igiene orale influenzano le comunità di batteri nella bocca

Molte persone sanno che una buona igiene orale – spazzolare i denti, usare il filo interdentale e visite dentistiche regolari – è legata a una buona salute.

I ricercatori del microbioma della Colorado State University approfondiscono la salute orale osservando da vicino anche le comunità invisibili di microbi che vivono nella bocca.

Il microbioma orale – la somma totale di microrganismi, tra cui batteri e funghi, che vivono nella bocca umana – è stato oggetto di uno studio condotto dal laboratorio di ricerca di Jessica Metcalf presso CSU e dal gruppo di ricerca di Nicole Garneau presso Denver Museum of Nature & Science. 

Lo studio ha evidenziato che nelle persone che non sono andate regolarmente dal dentista è aumentata  la presenza di un patogeno che causa malattie parodontali.

Le abitudini di salute orale e batteri: ecco il legame

Lo studio ha sottolineato la necessità di pensare alla salute orale in quanto fortemente legata alla salute di tutto il corpo.

La ricerca  ha  evidenziato come nelle persone che avevano usato regolarmente il  filo interdentale ci fosse una minore diversità microbica. Ciò è probabilmente dovuto alla rimozione fisica di batteri che potrebbero causare infiammazione o malattia.

Gli adulti che erano andati da un dentista negli ultimi tre mesi avevano una diversità microbica inferiore nella bocca rispetto a quelli che non erano andati  negli ultimi 12 mesi o più, e avevano minor quantità del patogeno orale parodontale che causa la parodontite, il  Treponema.

I microbiomi giovanili differiscono tra maschi e femmine e in base al peso 

I bambini considerati obesi in base ai loro indici di massa corporea, tendevano ad avere livelli più alti di Treponema, lo stesso patogeno trovato negli adulti che non erano stati dal dentista per più di un anno. In altre parole, i ricercatori hanno visto un possibile legame tra obesità infantile e malattia parodontale

Altri dati scoperti

  • I microbiomi dei partecipanti più giovani, principalmente nella fascia di età compresa tra 8 e 9 anni, presentavano una maggiore diversità rispetto a quelli degli adulti. 
  • I microbiomi adulti variavano più ampiamente da persona a persona. I ricercatori pensano che ciò sia dovuto al fatto che gli ambienti e le diete degli adulti sono più variegate rispetto ai bambini.
  • Le persone che vivevano nella stessa famiglia condividevano microbiomi orali simili.


Fonte:
https://www.nature.com/articles/s41598-020-59016-0