Le bevande che danneggiano i denti – parte 1: il vino

0
1.145 views
Le bevande che danneggiano i denti - parte 1: il vino

Fin da piccoli si è a conoscenza del fatto che lo zucchero faccia male ai denti, causando le temutissime carie. Tuttavia, buona parte delle persone non sa che altrettanto dannoso per i denti è l’acido, e che ripetute esposizioni a elevati livelli di acido possono causare l’erosione dentale.

Cos’è l’erosione dentale?

A differenza delle carie, l’erosione dentale non è una malattia e non è nemmeno causata dai batteri. Si verifica, infatti, quando, in seguito ad una serie di ragioni mediche e di particolari stili di vita, ma sopratutto al consumo di determinati cibi e bevande, l’acido erode i tessuti duri del dente. Inizialmente gli acidi presenti in bocca vanno a danneggiare gli strati superficiali dello smalto dei denti, successivamente invece può arrivare ad esporre la dentina morbida (lo strato subito sotto lo smalto) o anche la polpa centrale del dente.

Tra gli indicatori da tenere sotto controllo ci sono: denti scoloriti o di una tonalità più scura; denti trasparenti con effetto brillante o vitreo, in particolare attorno ai bordi di masticazione; piccole crepe o spigoli attorno al bordo del dente; sensibilità più acuta per effetto di piccole crepe sulla superficie del dente e dell’esposizione della dentina sottostante.

Ma quali sono le bevande più comuni che danneggiano i denti? Tante, tra cui il comunissimo vino.

Il vino

Il vino ha livelli di pH poco inferiori a 3 ed è per questo che è anche molto acido e potenzialmente erosivo. Alcuni studi hanno infatti evidenziato come, tra i rischi più comuni di alcune professioni quali l’assaggiatore di vino o sommelier, vi sia l’erosione dentale.
C’è un certo dibattito sul fatto se sia più erosivo il vino bianco o quello rosso. Ma in generale, il potenziale erosivo di una sostanza dipende dal livello di acidità piuttosto che dal colore.

Quindi, per godere del vino ed evitare che a lungo andare si verifichi l’erosione dei denti, è consigliabile consumarlo con moderazione, bere anche molta acqua naturale e considerare l’idea di accompagnare il calice con un pezzo di formaggio, che è ricco di calcio e male non fa.