Novità dalla ricerca: un vaccino contro le carie

0
832 views
Novità dalla ricerca: un vaccino contro le carie

I ricercatori della Chinese Academy of Sciences hanno testato una combinazione di proteine per prevenire lo sviluppo delle carie dentali e trattare le persone che già ne soffrono.

La carie è un’infezione dentale molto diffusa che solitamente ha origine dalla dissoluzione localizzata del dente, causata in primo luogo dal batterio Streptococcus mutans. Si stima che, nonostante i notevoli progressi nell’ambito della sanità dentale, circa il 60-90% dei bambini e degli adulti soffra di questa patologia. Sarebbero molte dunque le persone che potrebbero trarre beneficio da un vaccino in grado di prevenirne le formazione.

Le ricerche

In passato alcuni scienziati cinesi avevano già provato a sviluppare un vaccino contro la comparsa delle carie, tuttavia, sebbene esso mostrasse effetti positivi, provocava anche effetti collaterali indesiderati, tra cui possibili lesioni infiammatorie. Nel nuovo studio condotto dai ricercatori del Wuhan Institute of Virology, guidati dal Professor Yan Huimin, il vaccino è stato creato utilizzando una seconda generazione della proteina di fusione rPAc dello Streptococcus mutans, che permette una notevole riduzione degli effetti collaterali che si possono verificare in seguito alla sua assunzione.

Il test

Il prototipo del nuovo vaccino è stato testato in laboratorio somministrandolo a dei topi attraverso le cavità nasali. Questo è ciò che si è verificato: nel caso dei topi sani, il vaccino ha dimostrato un’efficacia preventiva pari al 64,2%, mentre nel caso dei topi che avevano già sviluppato carie dentali, ha dimostrato un effetto terapeutico pari al 53,9%.

Prospettive per il futuro

Nonostante la strada intrapresa dai ricercatori cinesi sembri piuttosto promettente, sono sicuramente necessarie ulteriori ricerche affinché il vaccino possa essere pronto per effettuare test clinici sugli esseri umani. Una volta perfezionato questo vaccino potrà essere usato per aiutare i milioni di persone che soffrono di carie dentali; inoltre rappresenterebbe una vera manna dal cielo per quelle persone che vivendo in paesi con un’assistenza sanitaria limitata o inesistente, raramente hanno la possibilità di sottoporsi ad una visita dentistica.

Il consiglio

È importante tenere presente che non potrà mai essere sviluppato un vaccino in grado di sostituire la cura dentale regolare: la prevenzione è la prima cura. Per evitare la comparsa di carie è necessaria un’igiene orale più volte al giorno, oltre che controlli periodici dal proprio dentista.

Fonti:

http://english.whiov.cas.cn/Research/Research_Progress/201709/t20170914_183122.html