Odontoiatria: C’è bisogno di più studi

Odontoiatria: C’è bisogno di più studi

Abbiamo una relazione controversa con i dentisti che spesso sono visti come figure autoritarie.

Molte volte non sono considerati “veri medici”, considerandoli più come “meccanici della bocca”.

Per oltre un secolo l’odontoiatria è stata scherzosamente paragonata alla tortura. I sondaggi suggeriscono che fino al 61 per cento delle persone sono preoccupate di vedere il dentista, il 15 per cento sono talmente ansiose da evitarlo e una percentuale più piccola ha una vera fobia che richiede un intervento psichiatrico.

Rapporto Paziente-Dentista

Quando sei sulla poltrona del dentista, lo “squilibrio di potere” tra medico e paziente diventa palpabile. Una figura mascherata incombe sul tuo corpo sdraiato, impugnando utensili elettrici e strumenti metallici affilati, facendo cose alla tua bocca che non puoi vedere e ponendoti domande a cui non puoi rispondere correttamente. L’esperienza richiama contemporaneamente il pericolo fisico, la vulnerabilità emotiva e la debolezza mentale.

Quando un dentista dichiara che c’è un problema, che qualcosa deve essere fatto prima che sia troppo tardi, chi ha il coraggio o la competenza per non essere d’accordo? Quando punta a macchie spettrali su una radiografia, come possiamo sapere cosa sia vero? In altri contesti medici siamo abbastanza abituati a cercare una seconda opinione prima di accettare un intervento chirurgico o assumere pillole. Ma dal dentista, forse perché temiamo le procedure dentistiche e sminuiamo il loro significato medico, l’impulso è quello di portare a termine il tutto il più rapidamente possibile.

Siamo isolati dal più ampio sistema sanitario. Pertanto, quando vengono elaborate politiche basate sull’evidenza, l’odontoiatria viene spesso esclusa dall’equazione “, afferma Jane Gillette, un dentista a Bozeman, nel Montana, che lavora a stretto contatto con il Centro per l’Odontoiatria basato sull’evidenza dell’American Dental Association, fondato nel 2007.

Oggi, un numero crescente di dentisti riconosce che gli adulti con una buona igiene orale devono vedere un dentista solo una volta ogni 12 o 16 mesi.

Fare attenzione ai trattamenti a cui ci si sottopone

Molti trattamenti odontoiatrici standard – per non parlare di tutte le recenti innovazioni e stravaganze cosmetiche – sono allo stesso modo non adeguatamente dimostrati dalla ricerca. Molti non sono mai stati testati in studi clinici meticolosi. E i dati disponibili non sono sempre rassicuranti.

L’organizzazione Cochrane ha condotto revisioni sistematiche di studi sulla salute orale dal 1999. In queste revisioni, i ricercatori analizzano la letteratura scientifica su un particolare intervento dentale, concentrandosi sul più rigoroso e ben progettato degli studi. In alcuni casi, i risultati giustificano chiaramente una determinata procedura. Per esempio, i sigillanti dentali riducono la carie nei bambini e non hanno rischi noti.  Ma la maggior parte delle recensioni di Cochrane arriva a una conclusione scoraggiante: o le prove disponibili non confermano i presunti benefici di un dato un intervento dentale, o semplicemente non c’è abbastanza ricerca per dire qualcosa di sostanziale.

Quando i ricercatori di Cochrane hanno cercato di determinare se le otturazioni metalliche difettose dovessero essere riparate o sostituite, non sono riusciti a trovare un singolo studio che soddisfacesse i loro standard.

Il volume delle prove per l’odontoiatria è deludente“, dice Derek Richards, direttore del Center for Evidence-Based Dentistry presso l’Università di Dundee, in Scozia. “I dentisti tendono a voler trattare o intervene. Sono più simili ai chirurghi. Ognuno continua a provare la cosa più nuova, ma non le mette alla prova correttamente. “

La mancanza generale di una ricerca rigorosa sugli interventi dentistici dà ai dentisti ancora più potere sui loro pazienti.

Quando ci sottoponiamo all’esame di un dentista, stiamo riponendo molta fiducia nella sua ‘esperienza, nell’intuizione e, naturalmente, nella sua integrità.

Fonti:

https://www.theatlantic.com/magazine/archive/2019/05/the-trouble-with-dentistry/586039/?utm_source=pocket-newtab