Parodontite: cos’è, sintomi e rimedi

Parodontite: cos’è, sintomi e rimedi

La parodontite, o piorrea, è una malattia infiammatoria di origine batterica che, se non curata, può portare alla distruzione dei tessuti che assicurano sostegno e stabilità ai denti.

Il parodonto rappresenta l’apparato di sostegno del dente, ossia gengive, fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale), cemento radicolare e dell’osso alveolare di sostegno. La parodontite può interessare tutto l’apparato parodontale causando una progressiva perdita dei tessuti di sostegno e una conseguente perdita dei denti.

Cosa causa la parodontite?

Le cause principali di questa malattia sono riconducibili ad una scarsa igiene orale.

In condizioni di scarsa igiene orale i batteri si accumulano eccessivamente vicino alle gengive formando la placca e provocando infiammazioni e carie.

Quando la placca diventa tartaro può essere risolta solo con la pulizia dei denti fatta dal dentista.

Se non curata i batteri possono moltiplicarsi nella tasche parodontali (spazio che si forma tra le radici dei denti e le gengive) e causare l’indebolimento e l’instabilità ossea e la conseguente caduta dei denti.

Ci sono inoltre altri fattori che predispongono alla parodontite, come fumo, stress, fattori ereditari e ormonali, malattie come il diabete o l’aids, farmaci che inducono alla salivazione, problemi alimentari e ricostruzioni non eseguite a regola d’arte.

Quali sono i sintomi della parodontite?

La parodontite inizialmente non presenta sintomi evidenti, solo uno specialista attraverso le radiografia potrebbe notare un anatomia ossea non ideale.

Con lo svilupparsi della malattia i sintomi diventano più evidenti:

  • Sanguinamento delle gengive (spontaneamente o durante lo spazzolamento/utilizzo del filo interdentale) (per approfondire leggi qui: “Quali sono le cause del sanguinamento delle gengive?“)
  • Gengive che si abbassano (recessioni gengivali)
  • Sensibilità al caldo e/o al freddo
  • Gengive doloranti, rosse e infiammate
  • Denti che si muovono o cadono.

È importante sapere che le gengive non dovrebbero mai sanguinare, è quindi fondamentale consultare uno specialista già dai primi sintomi, per evitare l’aggravamento della malattia le cui possibilità di recupero diventano più difficili e richiedono trattamenti più complessi e invasivi.

Rimedi chirurgici e non chirurgici

Ai pazienti che presentano una parodontite in stato avanzato viene spesso presentata come unica soluzione per risolvere il problema l’intervento chirurgico, che consiste nell’estrazione dei denti sostituiti successivamente con impianti e protesi dentarie.

Tuttavia la chirurgia non è l’unico modo per curare la parodontite, e spesso si può intervenire risolvendo definitivamente problemi di piorrea anche in stadio avanzato.

Questo ovviamente dopo una diagnosi attenta del dentista che viene effettuata con la sonda parodontale. Solo in questo caso si può individuare la soluzione per risolvere la piorrea, ed eventualmente potrà suggerire anche l’antibiotico per la parodontite da affiancare alla cura.