Parodontite e antibiotici, bisogna fare attenzione

Parodontite e antibiotici, bisogna fare attenzione

La piorrea, o parodontite, è una malattia infiammatoria di origine batterica che può portare alla distruzione dei tessuti che assicurano sostegno e stabilità ai denti se non correttamente curata.

La parodontite e la perdita dei denti

Il parodonto rappresenta l’apparato di sostegno del dente, ossia gengive, fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale), cemento radicolare e dell’osso alveolare di sostegno. La parodontite può interessare tutto l’apparato parodontale causando una progressiva perdita dei tessuti di sostegno e una conseguente perdita dei denti.

Cura della piorrea: rimedi chirurgici e non chirurgici

Ai pazienti che presentano una parodontite in stato avanzato viene spesso presentata come unica soluzione per risolvere il problema l’intervento chirurgico, che consiste nell’estrazione dei denti sostituiti successivamente con impianti e protesi dentarie.

Tuttavia la chirurgia non è l’unico modo per curare la parodontite, e spesso si può intervenire risolvendo definitivamente problemi di piorrea anche in stadio avanzato.

Questo ovviamente dopo una diagnosi attenta del dentista che viene effettuata con la sonda parodontale. Solo in questo caso si può individuare la soluzione per risolvere la piorrea, ed eventualmente potrà suggerire anche l’antibiotico per la parodontite da affiancare alla cura.

Antibiotici e parodontite, bisogna fare cautela

Gli antibiotici da soli non riescono a curare la parodontite, ma vengono prescritti dal dentista in casi particolarmente gravi.

Attenzione però: gli antibiotici possono causare allergie o interagire con gli altri farmaci, quindi il paziente dovrà comunicare eventuali effetti collaterali con farmaci passati e riportare le patologie di cui soffre.

La terapia antibiotica può inoltre causare disturbi gastrointestinali, per questo i probiotici possono aiutare.

Fonte:
https://www.gengive.org/2018/02/16/antibiotici-e-parodontite/