Parodontite e anziani: lo spazzolino elettrico può aiutare

Parodontite e anziani: lo spazzolino elettrico può aiutare

Tra i problemi che mettono a maggior rischio i denti delle persone anziane è una manualità minore e meno accessi alle cure dentistiche.

Infezioni gengivali e anziani 

Il 60% circa degli over 65 soffre infatti di infezioni gengivali gravi e croniche, con conseguenze sulla salute orale.

Come lo spazzolino elettrico può aiutare?

Per queste persone sembra essere particolarmente d’aiuto uno spazzolino elettrico, in quanto risulterà più facile da usare per pulire tutte le superfici dei denti, soprattutto nel caso si abbiano condizioni che limitano la mobilità, come l’artrite.

Nonostante l’utilità per la salute dei denti, questi strumenti, come spiega il presidente della Società Italiana di Parodontologia (SIdP) Mario Aimetti all’ANSA, sono poco diffusi tra le persone della Terza Età, soprattutto per chi vive nelle case di riposo o in strutture ospedaliere.

In queste strutture infatti la parodontite ha un impatto maggiore, continua Aimetti, anche a causa di una maggior tendenza degli ospiti e dei pazienti ad essere più vulnerabili dal punto di vista immunitario.

Cos’è la parodontite? 

La parodontite, o piorrea, è una malattia infiammatoria di origine batterica che, se non curata, può portare alla distruzione dei tessuti che assicurano sostegno e stabilità ai denti.

Il parodonto rappresenta l’apparato di sostegno del dente, ossia gengive, fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale), cemento radicolare e dell’osso alveolare di sostegno. La parodontite può interessare tutto l’apparato parodontale causando una progressiva perdita dei tessuti di sostegno e una conseguente perdita dei denti.

Quali sono i sintomi della parodontite? 

La parodontite inizialmente non presenta sintomi evidenti, solo uno specialista attraverso le radiografia potrebbe notare un anatomia ossea non ideale.

Con lo svilupparsi della malattia i sintomi diventano più evidenti:

  • Sanguinamento delle gengive (spontaneamente o durante lo spazzolamento/utilizzo del filo interdentale) (per approfondire leggi qui: “Quali sono le cause del sanguinamento delle gengive?“)
  • Gengive che si abbassano (recessioni gengivali)
  • Sensibilità al caldo e/o al freddo
  • Gengive doloranti, rosse e infiammate
  • Denti che si muovono o cadono.

È importante sapere che le gengive non dovrebbero mai sanguinare, è quindi fondamentale consultare uno specialista già dai primi sintomi, per evitare l’aggravamento della malattia le cui possibilità di recupero diventano più difficili e richiedono trattamenti più complessi e invasivi.

Conclusioni 

Oltre ad una corretta igiene orale, anche l’alimentazione può aiutare a combattere la parodontite. Approfondisci qui.

Fonte:
http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_denti_gengive/2018/08/01/infezione-gengive-per-60-anziani-a-rischio-caduta-denti_cf34b53c-66fe-4d77-a574-18ccdfb079d3.html