Scoperto un nuovo batterio collegato alla periodontite, lo studio

Scoperto un nuovo batterio collegato alla periodontite, lo studio

Credit photo: Icon vector created by Brgfx - Freepik.com

Il batterio Canditatus Bacteroides periocalifornicus, presente solo nel cavo orale, è collegato alle patologie periodontali.

Ecco ciò che è emerso dallo studio pubblicato sulla rivista Microbial Ecology.

Parodontite: cos’è e quali sono i sintomi?

La periodontite, anche chiamata parodontite, è una malattia infiammatoria di origine batterica che, se non curata, può portare alla distruzione dei tessuti che assicurano sostegno e stabilità ai denti.

Inizialmente non presenta sintomi evidenti, solo uno specialista attraverso le radiografia potrebbe notare un anatomia ossea non ideale.

Con lo svilupparsi della malattia i sintomi diventano più evidenti:

  • Sanguinamento delle gengive (spontaneamente o durante lo spazzolamento/utilizzo del filo interdentale) (per approfondire leggi qui: “Quali sono le cause del sanguinamento delle gengive?“)
  • Gengive che si abbassano (recessioni gengivali)
  • Sensibilità al caldo e/o al freddo
  • Gengive doloranti, rosse e infiammate
  • Denti che si muovono o cadono.

È importante sapere che le gengive non dovrebbero mai sanguinare, è quindi fondamentale consultare uno specialista già dai primi sintomi, per evitare l’aggravamento della malattia le cui possibilità di recupero diventano più difficili e richiedono trattamenti più complessi e invasivi. Non solo, chi soffre di Parodontite, ha una tendenza maggiore a sviluppare il Diabete di tipo 2.

Il nuovo batterio ha un ruolo nello sviluppo della periodontite, lo studio

Ricerche recenti hanno analizzato il microbioma periodontale dei soggetti sani e di quelli con la malattia parodontale, trovando differenze sostanziali nei batteri.

Nello specifico, nello studio effettuato da Pedro J. Torres, insieme ai suoi colleghi, è stato identificato un nuovo batterio in relazione alla presenza di patologie periodontali chiamato Canditatus Bacteroides periocalifornicus (CBP).

Si tratta di un batterio presente solo nel cavo orale.

Nel futuro

Con questa scoperta potrebbe essere possibile, nel futuro, ipotizzare nuove terapie aggiuntive contro la parodontite.

Fonti:
https://microbioma.it/odontoiatria/scoperto-nuovo-batterio-associato-a-patologie-periodontali/
https://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00248-018-1200-6

Icon vector created by Brgfx – Freepik.com