Un modo sicuro ed efficace per sbiancare i denti

Un modo sicuro ed efficace per sbiancare i denti

Tutti vorremmo avere denti bianchi e splendenti. Possiamo affidarci ad uno sbiancamento professionale del dentista oppure provare dei prodotti da banco in farmacia. Ma sappiamo realmente in cosa consistono? possono in realtà creare un danno al nostro sorriso?

In un precedente articolo https://ilbruxismo.it/la-salute-dei-tuoi-denti/i-prodotti-sbiancanti-possono-danneggiare-la-dentina/ abbiamo visto come smalto e dentina possano essere danneggiati dal perossido di idrogeno, abitualmente utilizzato per lo sbiancamento dei denti. Ora, secondo un articolo pubblicato su ACS Biomaterials Science & Engineering, alcuni ricercatori hanno sviluppato un nuovo metodo meno invasivo e deleterio.

I denti possono scolorirsi sulle loro superfici esterne quando le persone consumano cibi e bevande, come caffè, tè o vino rosso. Di conseguenza, molte persone provano trattamenti sbiancanti non invasivi per tornare all’antico splendore. Attualmente, come abbiamo anticipato, l’agente sbiancante più comune è il perossido di idrogeno,  ma alte concentrazioni possono danneggiare lo smalto di un dente, causando sensibilità. 

Xiaolei Wang, Lan Liao e colleghi volevano vedere se un diverso composto attivato dalla luce blu potesse essere un’alternativa più sicura, ma comunque efficace.

Il team ha modificato le nanoparticelle di biossido di titanio in modo che potessero essere attivate con la luce blu. 

Dopo quattro ore di trattamento, il livello di sbiancamento era simile a quello ottenuto con agenti a base di perossido di idrogeno. Il gruppo osserva che non è stato riscontrato alcun danno significativo allo smalto sulla superficie del dente e che il trattamento era significativamente meno citotossico del perossido di idrogeno. Inoltre, la terapia ha evidenziato un’importante attività antibatterica.

Fonti:

https://pubs.acs.org/doi/10.1021/acsbiomaterials.8b00548