Stress precoce: un segnale è la masticazione asimmetrica

0
1.871 views
Stress precoce: un segnale è la masticazione asimmetrica

I primi 1000 giorni dopo il concepimento influenzano fortemente le aspettative di vita, la predisposizione alle malattie e l’insorgere dello stress precoce.

Uno dei segnali che indica stress nei neonati è il loro basso peso alla nascita (parametro valido solo fino al momento della nascita); il principale è rappresentato da una asimmetria del viso nella sua parte inferiore. Questa la scoperta di un gruppo di odontoiatri dell’Università di Washington.

“L’asimmetria del cranio e dei denti è stata usata per decenni dagli antropologi come parametro di stress ambientale, e solo in rari casi applicato per valutare lo stress delle popolazioni.” ha detto Philippe Hujoel, responsabile della ricerca. “Queste asimmetrie del viso possono essere valutate guardando il morso nei denti permanenti – un esame della durata di pochi secondi con risultati maggiormente certi rispetto alla ricerca del peso al momento della nascita.”

Hujoel, professore della UW School di Odontoiatria, descrive la masticazione “storta” o asimmetrica come i denti che mordono più indietro o più in avanti su un lato del viso rispetto all’altro.

La masticazione asimmetrica contraria, la più comune asimmetria della parte bassa del viso della popolazione degli Stati Uniti, varia indipendentemente tra i lati sinistro e destro del viso. Questa casualità è prova di stress precoce, ha detto Hujoel.

I denti storti, la mandibola retrusa o protrusa sono differenti da una masticazione asimmetrica. Queste condizioni possono essere associate a masticazione asimmetrica e simmetrica, quest’ultima considerata in gran parte una condizione di origine genetica, non provocato da stress ambientale, ha proseguito Hujoel.

 

La ricerca

Hujoel, Erin Masterson e Anne-Marie Bollen hanno preso i dati da un campione di 6654 bambini dai 12 ai 17 anni, coinvolti in un sondaggio nazionale sulla salute dal 1966 al 1970. Lo studio ha rivelato che un adolescente su quattro aveva asimmetrie alla parte bassa del viso.

Le asimmetrie della parte bassa del viso sono risultate comuni alla generazione di coloro che in età adulta hanno sviluppato diabete e obesità”, ha sottolineato Hujoel.

Il team ha dovuto studiare e prendere come riferimento i dati precedenti al 1970 in quanto, a partire da quell’anno, i ricercatori odontoiatri incaricati di strutturare le indagini statunitensi hanno iniziato a ignorare il valore della diagnosi di asimmetria del viso, smettendo di prendere quelle misurazioni.

Da una prospettiva biologica, questa decisione ha portato ad una incapacità di seguire in modo affidabile le tendenze negli Stati Uniti”, ha detto Hujoel. “Non abbiamo informazioni attuali sulla prevalenza di asimmetrie della parte bassa del viso nella popolazione statunitense”.

Sono necessarie ulteriori ricerche per identificare se le asimmetrie del basso volto possono prevedere malattie croniche nella popolazione vivente, allo stesso modo in cui le asimmetrie nei teschi sono state associate a malattie degenerative nelle popolazioni decedute da tempo.

Fonte:

Philippe P. Hujoel, Erin E. Masterson, A-M Bollen. Lower face asymmetry as a marker for developmental instability. American Journal of Human Biology, 2017; http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/ajhb.23005/abstract

Le immagini pubblicate nel sito sono tratte da Google Image e Pexels.com selezionando esclusivamente quelle per cui è indicato esplicitamente l'assenza di diritti o la solo richiesta di Credit. Per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all'indirizzo info@novalbit.com perché vengano immediatamente rimossi.